Si chiude la XXII edizione de “Le parole della filosofia”

festival del pensiero plurale - XXII edizione

IL FILOSOFO ERCOLANI PARLA DELLA PARITA’ DI GENERE A PARTIRE DALLA COSTITUZIONE

Tra le parole della costituzione messe a tema quest’anno dal Festival del Pensiero Plurale, quella di “parità” è parola tra le più attuali e conclude bene la rassegna iniziata con la riflessione generale di Antonio Pieretti sulla “democrazia” e sviluppata in
tre riflessioni specifiche su altrettanti aspetti nodali della società italiana:
quello dell’accoglienza allo straniero, quello della partecipazione dei cittadini e quello della parità di genere.
Quest’ultimo tema sarà trattato al Teatro Sperimentale questa sera, lunedì 4 giugno
(h. 21)
dal filosofo Paolo Ercolani.

Paolo Ercolani

Nato a Roma nel 1972, è professore e giornalista: insegna all’Università di Urbino Storia della filosofia. Studioso di filosofia della politica, ha dedicato monografie a Hayek e Tocqueville, ed è autore dei volumi:
La storia infinita, prefato da L. Canfora (La Scuola di Pitagora 2011),
L’ultimo Dio, prefato da U. Galimberti (Dedalo 2011)
e
Qualcuno era italiano. Dal disastro politico all’utopia della rete (Mimesis 2013). Recentemente ha pubblicato il libro Contro le donne. Storia e critica del più antico pregiudizio (Marsilio 2016) che è diventato un successo editoriale.


La rivendicazione della parità (di cui parla l’articolo 3 della Costituzione italiana) comporta il rifiuto di ogni discriminazione, e Ercolani insisterà in particolare
sulla parità di genere, che richiede una duplice operazione: il superamento
della misoginia
e una rinnovata concezione dell’antropologia.
Su entrambi questi fronti
sottolinea Galeazzi, coordinatore dell’incontro
allo Sperimentale- si è mosso Ercolani nel suo libro, ripercorrendo la storia dei tanti pregiudizi contro le donne e formulando una concezione che tiene conto della differenza e delle differenze nel contesto di una base comune, che è data dalla comune umanità; per cui la parità di genere reclama una inedita alleanza tra uomo e donna per potersi realizzare, e mettere così fine a una antropologia dimidiata, lasciando
il posto a una antropologia integrale.

Pertanto la conversazione di Paolo Ercolani s’inserisce in un dibattito in corso e
si preannuncia ricco di spunti per riflettere e discutere, com’è costume di questa fortunata iniziativa “Le parole della filosofia” che è una delle più antiche rassegne filosofiche d’Italia e, non a caso, è patrocinata dal Comune di Ancona e coordinata
da Giancarlo Galeazzi, che si avvale della collaborazione di Francesca Di Giorgio
di Lirici Greci design consultancy, di Simona Lisi della Associazione culturale Ventottozerosei 
e di Federica Zandri, dell’Ufficio Stampa del Comune di Ancona.

L’ingresso è libero.
Info: 071.2225025

Roberto Mancini e l’articolo 10: il Diritto di asilo politico

festival del pensiero plurale - XXII edizione

Intervista a Roberto Mancini

Incontri con i filosofi – straniero

 

 

La dignità è dell’essere umano, non è anzitutto del cittadino.
[…]
Occorre che rinasca una politica prioritaria proprio dal corpo della società, […] quando la società è democratica allora si può sperare che ci sia una forma di governo democratico, che non scommette sull’ostilità, sul capro espiatorio, sull’inimicizia verso qualcuno in particolare, ma veramente costruisce diritti e doveri per una buona convivenza.

Le Parole della Costituzione italiana: Cultura

festival del pensiero plurale - XXII edizione

La Cultura come coltivazione dell’umano

Si svolgerà venerdì 11 maggio l’ultimo incontro della rassegna A scuola di filosofia
del professore Giancarlo Galeazzi.
La conferenza si terrà, come le due precedenti, presso la Facoltà di Economia di Ancona, alle ore 17.30 e si propone di concludere la riflessione focalizzata sugli elementi che rappresentano l’orientamento, il fondamento e il coronamento
della società, volti all’esercizio di una cittadinanza attiva.

 

“La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico

della Nazione.” (art.9)

 

 

GIANCARLO GALEAZZI

Giancarlo Galeazzi

Nato ad Ancona nel 1942, è docente all’Istituto Teologico Marchigiano della Pontificia Università Lateranense.
È presidente onorario della Società Filosofica Italiana di Ancona.
Studioso di Jacques Maritain è autore dei volumi:
Jacques Maritain un filosofo per il nostro tempo (Massimo, 1998),
Personalismo (Bibliografica, 1999),
Il pensiero di papa Francesco (Quaderni del Consiglio regionale delle Marche, 2016) e Da cristiani nella società tra impegno e testimonianza (Studia Picena, 2016).

 

A Scuola di Filosofia

Le Parole della Costituzione italiana: Lavoro

festival del pensiero plurale - XXII edizione

Lavoro come Diritto, Dovere e Desiderio

Questo il tema del secondo incontro di A scuola di filosofia, rassegna di incontri pomeridiani tenuta dal professor Giancarlo Galeazzi in occasione della ventiduesima edizione Festival del Pensiero Plurale.

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società. (art. 4)

L’appuntamento è per venerdì 20 aprile, alle 17.30 presso la Facoltà di Economia
di Ancona, ad ingresso gratuito.

 

GIANCARLO GALEAZZI

Giancarlo Galeazzi

Nato ad Ancona nel 1942, è docente all’Istituto Teologico Marchigiano della Pontificia Università Lateranense.
È presidente onorario della Società Filosofica Italiana di Ancona.
Studioso di Jacques Maritain è autore dei volumi:
Jacques Maritain un filosofo per il nostro tempo (Massimo, 1998),
Personalismo (Bibliografica, 1999),
Il pensiero di papa Francesco (Quaderni del Consiglio regionale delle Marche, 2016) e Da cristiani nella società tra impegno e testimonianza (Studia Picena, 2016).

 

A Scuola di Filosofia

Le parole della Costituzione Italiana: Straniero

festival del pensiero plurale - XXII edizione

FILOSOFIA E ACCOGLIENZA AL FESTIVAL DEL PENSIERO PLURALE

 

Una parola che fa discutere è quella messa a tema del secondo appuntamento
delle Parole della filosofia; “straniero” infatti è al centro di tante polemiche di carattere contingente e strumentalizzate per intenti anche più contingenti.
Al Teatro Sperimentale se ne parlerà invece in modo serio e costruttivo:
sulla base della Costituzione italiana (precisamente dell’articolo 10) e alla luce
della filosofia che alla questione sta riservando una crescente attenzione, tanto che
si parla di filosofia dello straniero (Umberto Curi e Bruno Giacomini),
di filosofia dell’ospitalità (Emmanuel Levinas e Jacques Derrida) e
di filosofia della condivisione (Karl Polanyi e Rocco Pititto).

Roberto Mancini, noto filosofo marchigiano, è esponente di questo orientamento filosofico e autore tra l’altro di Esistenza e gratuità. Antropologia della condivisione (Cittadella 2009). Sarà lui a riflettere sullo “straniero” mercoledì 11 aprile alle ore 21
al Teatro Sperimentale di Ancona, con l’intento di offrire indicazioni
“per una società umanamente sostenibile” nel contesto di una società democratica,
cui è stato dedicato il primo incontro con Antonio Pieretti, che ha inaugurato
la XXII edizione de Le parole della filosofia, questa fortunata rassegna che si svolge nell’ambito del Festival del pensiero plurale, ideato e coordinato
da Giancarlo Galeazzi, e patrocinato dal Comune di Ancona, dalla Società Filosofica Italiana di Ancona e dalla Università Politecnica delle Marche.

 

ROBERTO MANCINI

Roberto Mancini nato a Macerata nel 1958, è ordinario di Filosofia teoretica nell’Università di Macerata, dove è anche presidente del corso di laurea
in Filosofia e vice preside della Facoltà di Lettere e Filosofia.
E’ direttore di collane filosofiche e membro del comitato scientifico
delle Scuole di pace di Lucca e di Senigallia.

E’ autore dei volumi: La scelta di accogliere (Qiqajon 2016),
La laicità come metodo. Ragioni e modi di vivere insieme (Cittadella 2009),
Solidarietà: una prospettiva etica (Mimesis 2017).


L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti.
Per informazioni rivolgersi all’assessorato alla cultura del Comune di Ancona
071 222 5025.

 

Democrazia e Costituzione

festival del pensiero plurale - XXII edizione

Antonio Pieretti ci parla della Democrazia della Costituzione repubblicana

Si terrà questa sera alle 21.15, presso il Teatro Sperimentale di Ancona, il primo incontro della ventiduesima edizione del Festival del Pensiero Plurale.
Il professor Antonio Pieretti affronterà un delicato tema congiunto:
democrazia e Costituzione, proponendo un modello democratico in cui i cittadini siano protagonisti, attraverso un punto di vista puramente filosofico.

 

ANTONIO PIERETTI

Antonio Pieretti

Nato a Gualdo Tadino nel 1940, è docente emerito di Filosofia
teoretica all’Università di Perugia.
È stato vice-presidente della Società Filosofica Italiana, della Società Italiana
di Filosofia Analitica, della Società Interuniversitaria di Filosofia
e del Centro di Studi Filosofici di Gallarate, e presidente
del Centro Internazionale di Studi sui Diritti Umani di Praia a
Mare, e co-direttore dell’Enciclopedia Filosofica (Bompiani,2006).

Tra i suoi scritti segnaliamo:
Oltre lo smarrimento. Linee di antropologia sociale (Dehoniane, 1993),
TV metafora del postmoderno (La Scuola, 2000),
Wittgenstein. Risvegliarsi al senso (Marietti, 2017)

 

Democrazia - Antonio Pieretti

Festival del Pensiero Plurale – XXII edizione

festival del pensiero plurale - XXII edizione

“LE PAROLE DELLA FILOSOFIA”

XXII edizione – marzo-giugno 2018

 

Quest’anno, il Festival del Pensiero Plurale ha voluto mettere a tema alcune parole della Costituzione italiana, varata giusto 70 anni or sono.
Così negli Incontri con i filosofi e nella Scuola di filosofia si parlerà della Costituzione repubblicana riguardata specificamente dal punto di vista filosofico.
Le parole Democrazia, Straniero, Partecipazione e Parità saranno trattate al Teatro Sperimentale, e le parole Dignità, Lavoro e Cultura, alla Facoltà di Economia.
Con ciò si vogliono evidenziare alcuni aspetti considerati nevralgici della Carta costituzionale con l’intento di misurarsi con la Costituzione repubblicana non meno che di commisurarla al nostro tempo.

In tal modo la nuova edizione de “Le parole della filosofia” rinnova il suo impegno, volto a fare dell’esercizio filosofico una pratica civile. Più precisamente, agli incontri serali si richiamerà l’attenzione su due categorie generali – quelle di democrazia e
di partecipazione – che oggi si sono arricchite di nuovi significati, e su due categorie
più specifiche -quelle di ospitalità e di parità che oggi appaiono di particolare attualità. Si tratta dunque di parole che sono al centro del dibattito culturale, e che il Festival
del Pensiero Plurale vuole mostrare nella loro ricchezza concettuale e valoriale attraverso la mediazione di noti filosofi, che propongono una Democrazia in cui
non solo i cittadini sono contati, ma veramente contano; una apertura allo Straniero
che non è solo solidarietà, ma anche inclusione; una Partecipazione per cui ai cittadini non si dà solo la parola, ma prima ancora si danno le parole; una Parità (soprattutto
di genere) che non è solo formale, ma tale da costituire un ethos condiviso.

Agli incontri pomeridiani, si prenderanno in considerazione altri tre aspetti che sono tra loro collegati, nel senso che rappresentano l’orientamento, il fondamento e
il coronamento di una società ha a cuore la dignità come prerogativa individuale e sociale, il lavoro come diritto, dovere e desiderio, e la cultura come coltivazione dell’umano. Dunque, un contributo all’esercizio di una cittadinanza attiva,
che nella Costituzione trova la sua bussola.

Giancarlo Galeazzi
direttore scientifico del Festival del Pensiero Plurale
“Le parole della filosofia”

manifesto XXII edizione Festival del Pensiero Plurale 

 

Calendario


INCONTRI CON I FILOSOFI
al Teatro Sperimentale  h. 21,15

 

Mercoledì 21 marzo

DEMOCRAZIA
ANTONIO PIERETTI (Filosofia teoretica, Università di Perugia)


Mercoledì 11 aprile

STRANIERO
ROBERTO MANCINI (Filosofia teoretica, Università di Macerata)


Mercoledì 23 maggio

PARTECIPAZIONE
PIERGIORGIO GRASSI (Filosofia della religione, Università di Urbino)


Lunedì 4 giugno

PARITA’
PAOLO ERCOLANI (Storia della filosofia, Università di Urbino)

 

A SCUOLA DI FILOSOFIA alla Facoltà di Economia  h. 17,30


venerdì 6 aprile
DIGNITA’

venerdì 20 aprile
LAVORO

venerdì 11 maggio
CULTURA

GIANCARLO GALEAZZI
(Presidente onorario della Società Filosofica Italiana di Ancona)

 

 

FILOSOFIA IN MOVIMENTO al Teatro Sperimentale  h. 18


Mercoledì 23 giugno
libertà è partecipazione”
SIMONA LISI (direttrice scientifica del Festival “Cinematica: immagine in movimento)

 

manifesto parole della costituzione italiana

 

Gli incontri sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti

Embodyphilosophy prevede una parte attiva e una parte teorica.
Prenotazioni a parolefilosofia@gmail.com
Contributo 5€

 

Info
Comune di Ancona
Assessorato alla Cultura
071 2225025
Ufficio.cultura@comune.ancona.it


Ufficio Stampa Comune di Ancona
Federica Zandri
071 2222321
federica.zandri@comune.ancona.it

 

Associazione Culturale Ventottozerosei
ventottozero6@gmail.com
www.ventottozerosei.it

 

Ideazione e direzione
Giancarlo Galeazzi
Presidente onorario SFI Ancona

 

Comitato scientifico
Giancarlo Galeazzi
Simona Lisi, Francesca Di Giorgio

 

Collaborazione alla logistica
Daniela Calisti

 

Realizzazione video
Ambrogio Moretti

 

Videomaker
Davide Pazzaglia
Conero Multimedia

 

Concept creativo e comunicazione
Lirici Greci design consultancy
info@liricigreci.it
www.liricigreci.it