9 agosto “Riccardo Sinigallia” Civitanova Alta – Teatro Annibal Caro

 

In questa estate di grandi ritorni sul palco anche Riccardo Sinigallia torna in tour per alcune date in giro per l’Italia, toccando anche la meravigliosa Civitanova.

Un tour dove non vengono presentate nuove canzoni, ma dove quelle già scritte tornano a farsi sentire e stabiliscono nuove relazioni con noi stessi e con gli altri.

Dopo un anno e mezzo passato senza concerti, Sinigallia torna sul palco in forma ancora più intima e informale, con Laura Arzilli (basso e voce), Francesco Valente (chitarra) e Maurizio Loffredo (mix)

Riccardo Sinigallia
©fabiolovino

RICCARDO SINIGALLIA 

Scrive canzoni dall’età di 12 anni.

Nel 1988 forma i 6 suoi ex, band con cui scrive, suona e canta per quattro anni nei centri sociali e nei club dei primi anni Novanta.

Nel 1994 comincia la collaborazione come autore e produttore con Niccolò Fabi.

Nel 1997 produce e firma alcune canzoni de “La favola di Adamo ed Eva” di Max Gazzè.

È dello stesso periodo il ritornello di “Quelli che benpensano” di Frankie HI Nrg con il quale dirigerà anche il videoclip, iniziando una lunga collaborazione che lo vedrà dietro alla macchina da presa per molte delle sue produzioni musicali, tra cui quella dei Tiromancino.

Nel 2000 – dopo aver partecipato al disco “Medicina Buona” del collettivo “La Comitiva” – l’uscita de “La descrizione di un attimo” album di cui firma con il gruppo la produzione e tutte le canzoni, tra cui la titletrack, “Due destini”, che sarà nei titoli di coda de “Le fate ignoranti” e “Strade” con cui parteciperà in duetto con il gruppo al Festival di Sanremo di Fabio Fazio.

Nel 2003 il suo primo lavoro “Riccardo Sinigallia”.

Nel 2006 viene pubblicato “lncontri a metà strada”, il secondo album.

Nel 2009 produce “Musiche Ribelli” di Luca Carboni.

Del 2013 è invece la produzione di “Non erano fiori” di Coez.

Nel 2014 con i brani “Prima di andare via” e” Una rigenerazione” Riccardo Sinigallia partecipa per la prima volta da solista al Festival di Sanremo, a cui farà seguito, il 20 febbraio, la pubblicazione del suo terzo disco “Per tutti”.

Nel 2015 viene chiamato da Valerio Mastrandrea a comporre la traccia dei titoli di coda di “Non essere cattivo” di Claudio Caligari, selezionato come film italiano per la candidatura agli Oscar 2015 e presentato al Festival del Cinema di Venezia dove “A cuor leggero” ha vinto il premio “Ho visto una canzone” assegnato da Assomusica e successivamente è stata candidata come miglior canzone ai David di Donatello del 2016, anno in cui scrive il testo di “Amami” per Mina e Celentano e produce “La fine del vent’ anni” del cantautore Motta, miglior album d’esordio al Premio Tenco.

Nel 2018, “Prima di Andare Via” viene incluso nella colonna sonora del film “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino.

Il 14 settembre 2018, il quarto album “Ciao cuore” viene pubblicato dalla Sugar Music. Il disco viene anticipato il 31 agosto 2018 dal singolo della title track, che viene accompagnato da un videoclip con protagonista Valerio Mastandrea, per la regia di Daniele ‘Dandaddy’ Babbo. Durante la sedicesima edizione di Alice nella città, sezione Panorama Italia, alla Festa del Cinema di Roma, viene presentato Backliner, film biografico su Riccardo Sinigallia, per la regia di Fabio Lovino.

Riccardo Sinigallia ha realizzato con i deProducers tre album di tre spettacoli:

Planetario” (2012)

Botanica” (2017)

“D.N.A.” (2019)

INFO E PRENOTAZIONE:

Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-covid

I biglietti (dai 10 ai 20 euro) sono acquistabili online su ciaotickets.com e possono essere già prenotati via email: tickets.matmc@gmail.com

Per informazioni: https://www.musicaateatro.it/

Seguici su Instagramhttps://www.instagram.com/musicaateatro/

Facebookhttps://www.facebook.com/musicaateatro

Con il contributo del Ministero della Cultura

Comune di Civitanova Marche

Concept creativo e Comunicazione
Lirici Greci design consultancy
info@liricigreci.itwww.liricigreci.it

Cinematica Live e Digital Experience ANCONA Mole Vanvitelliana 6 / 8 agosto 2021

«Dopo un anno e più di pandemia sono ormai molte le esperienze di riscrittura performativa legate alla fruizione virtuale – ha detto la direttrice artistica, Simona Lisi -, attraverso la call for artists abbiamo scelto un insieme di proposte molto interessanti che insieme ad altri artisti scelti per la loro forza e visionarietà, rappresentano un’ opportunità unica di visionare in questi tre giorni una rosa di lavori emblematici del panorama artistico contemporaneo. Abbiamo voluto forzare la mano proprio sulla corporeità, in questo periodo dove il corpo viene messo a repentaglio dal distanziamento e dalla paura del contagio, presentando artisti che mettono al centro della propria ricerca il corpo nelle sue sfaccettature più forti e anche nascoste, da un lato la pelle, il tocco, dall’altro la spinta, lo scandalo, la forza dell’abbraccio».

 

Continua a leggere

4 agosto “Tango all’Opera. Anna Serova & Tango Sonos” San Ginesio – Chiostro di Sant’Agostino

L’evento si volgerà all’interno del Chiostro di Sant’Agostino, teatro di una leggenda secondo la quale il pozzo al centro del chiostro contiene acqua ritenuta miracola e chiamata “Acqua di San Nicola” che, secondo la tradizione, fu fatta sgorgare dalle preghiere di San Nicola.

ANNA SEROVA & TANGO SONOS

Anna Serova – viola

Antonio Ippolito – bandoneon

Nicola Ippolito – pianoforte

Con la partecipazione  di ballerini di tango argentino

La grande tradizione dell’opera italiana incontra i ritmi del tango e del folclore argentino. Le immortali arie, duetti e sinfonie dei grandi operisti italiani, come Rossini, Verdi e Puccini, assumono un colore nuovo, vibrante ed originale, nelle rivisitazioni di Roberto Molinelli, affidate alla virtuosità della viola di Anna Serova e del trio Tango Sonos (bandoneon, pianoforte e contrabbasso).

Il Tango deriva per gran parte dall’immigrazione italiana in Argentina, tanto che i più grandi compositori di questo genere portano cognomi evidentemente italiani (Piazzolla, Pugliese, Troilo, D’Arienzo, De Caro…). L’opera italiana e la canzone napoletana hanno pertanto influenzato grandemente lo sviluppo del Tango nella regione del Rio de la Plata, tra l’Argentina e l’Uruguay. Nella stessa regione, inoltre, erano e sono ancora presenti ritmi e forme musicali autoctone o di derivazione africana, per via dell’altra grande immigrazione di massa nel continente americano (milonga, chacarera, zamba…). Il progetto “Tango all’Opera” riunisce questi mondi così lontani geograficamente, eppure così legati da una stretta parentela musicale. Il progetto Tango all’Opera vanta dell’alto patrocinio dell’Ambasciata Argentina in Italia.

 ANNA SEROVA 

Figura unica nel panorama internazionale, la violista Anna Serova ha ricevuto negli ultimi anni dediche da alcuni dei più importanti compositori contemporanei, i quali hanno creato per lei un nuovo genere di composizione, unendo la forma del concerto all’azione scenica di un’opera di teatro. Musicista eclettica, è anche straordinaria ed appassionata interprete e ballerina di Tango argentino. Si è esibita come solista nelle più prestigiose sale concertistiche del mondo con orchestre come la Moscow State Symphony Orchestra, Siberian Symphony Orchestra, Karelia Symphony Orchestra, Orchestra di Padova e del Veneto, Belgrade Philharmonic, Amazonas Philharmonic, Orchestra Sinfonica di Roma, Orchestra dell’Arena di Verona.

Varie sue incisioni discografiche (DECCA, NAXOS, BRILLIANT CLASSIC, VELUT LUNA) hanno entusiasmato la critica e ottenuti premi e riconoscimenti. Anna Serova presta volentieri la sua arte per beneficenza: nel 2002 e nel 2004 ha registrato assieme a Filippo Faes due Cd dedicati a progetti del ROTARY INTERNATIONAL.

“Tango Sonos” è una realtà consolidata nel panorama tanguero internazionale. Ben conosciuti nelle stagioni concertistiche di tutta Europa, i Tango Sonos collaborano da anni con i più grandi ballerini (Miguel Angel Zotto & Daiana Guspero, Sebastian Arce & Mariana Montes, Neri Piliu & Yanina Quiñones, Pablo Moyano & Roberta Beccarini, Ruben Celiberti), musicisti (Anna Serova, Roberto Molinelli, Orchestra “Roma Sinfonietta”, Adrian Fioramonti, Ruben Peloni, Hyperion Ensemble) e con attori e registi di fama internazionale (Lindsay Kemp, Sebastiano Lomonaco, Arnoldo Foà, Nestor Saied).Dal 2015 fanno parte della celebre compagnia “Tango x 2” di Miguel Angel Zotto, con cui calcano i palchi dei più importanti teatri europei.

Entrambi diplomati cum laude in pianoforte con il M° Cinzia Falco, i fratelli Antonio e Nicola Ippolito (bandoneón e pianoforte) sono affermati concertisti in qualità di solisti, con orchestra e in diverse formazioni da camera.

Dal 2015 i TANGO SONOS, in formazioni che vanno dal duo al quintetto, sono l’orchestra della celebre compagnia “Tango x 2”, diretta dal ballerino di fama mondiale Miguel Angel Zotto.

Nel 2016 iniziano una collaborazione con la violista russa Anna Serova, con progetti che spaziano dalla musica barocca arrangiata per viola e bandoneón al Tango di Astor Piazzolla e dei grandi maestri argentini.

INFO E PRENOTAZIONE:

INFO E PRENOTAZIONE:

Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-covid

I biglietti (dai 10 ai 20 euro) sono acquistabili online su ciaotickets.com e possono essere già prenotati via email: tickets.matmc@gmail.com

Per informazioni: https://www.musicaateatro.it/

Seguici su Instagramhttps://www.instagram.com/musicaateatro/

Facebookhttps://www.facebook.com/musicaateatro

Con il contributo del Ministero della Cultura

Comune di San Ginesio

Concept creativo e Comunicazione
Lirici Greci design consultancy
info@liricigreci.itwww.liricigreci.it

“IL VIOLINO SOMMERSO” Intervista al liutaio anconetano Pierfrancesco Pesaola

È una calda mattina d’estate come tante altre, ma entrando nel laboratorio di Pierfrancesco si ha la sensazione di essere in un altrove in cui le domande, le aspettative con cui si è arrivati rimangono sulla porta del laboratorio per entrare in un’altra dimensione. Continua a leggere

3 agosto “As Madalenas” Montelupone – Parco Franchi

Parco Franchi è il cuore verde di Montelupone che ospita alberi secolari sui quali svetta il “Roccellino” una medievale torre di avvistamento ed è in questa cornice naturale che si esibiscono “As Madalenas

Il duo è composto da:

Cristina Renzetti: voce, chitarra, percussioni

Tati Valle: voce, chitarra, percussioni

“As Madalenas”

Tra le più attive interpreti di musica brasiliana in Italia, Cristina Renzetti e Tati Valle si sono incontrate nel 2014 per unire le loro voci, le chitarre, le percussioni e dare vita ad un progetto unico, pieno di freschezza e intensità.

Il loro primo album “Madeleine” (Brutture Moderne 2015) ha riscosso un notevole successo di pubblico e di critica (“uno dei migliori dischi brasiliani dell’anno” per il Venerdì di Repubblica, “armonia pura” per O Globo Brasil).

Nel 2018 esce il secondo album “Vai, menina” con la partecipazione di molti ospiti, tra cui il grande compositore Guinga, Gabriele Mirabassi, Valentino Corvino e Vince Abbracciante, dove le due musiciste continuano nella loro ricerca di un suono energico e al tempo stesso sognante.

Dolci ed energiche, As Madalenas si scambiano gli strumenti e le intenzioni, la lingua italiana e quella portoghese, esprimendo la forza e la delicatezza del mondo femminile e le sfumature diverse del folklore brasiliano, della samba e della canzone d’autore.

Il duo sarà accompagnato nella performance dalla guest Carolina Bubbico: voce e piano.

CAROLINA BUBBICO © Lucia Olivieri

Carolina Bubbico © Lucia Olivieri

CAROLINA BUBBICO cantante, pianista, arrangiatrice e direttrice d’orchestra, che negli ultimi anni ha collezionato importanti esperienze e partecipazioni, arrivando a esibirsi nei più significativi festival italiani e internazionali e nei migliori club nel mondo, tra cui i Blue Note di Milano, Tokyo e Pechino al fianco di Nicola Conte, e partecipando a Sanremo 2015 in veste di arrangiatrice e direttrice d’orchestra per Il Volo, vincitori
tra i Big e per Serena Brancale tra le giovani proposte.
L’esordio discografico è nel 2013 con “Controvento” (Workin’ Label/Goodfellas), seguito nel 2015 da “Una donna” (Workin’ Label /I.R.D/Puglia Sounds) e nel 2020 “Il dono dell’ubiquità” (Sun Village Records/Puglia Sounds) con i quali ha ottenuto un notevole successo di pubblico e critica.
Nel 2017 compie un tour in Italia con il Maestro Peppe Vessicchio e i musicisti del Sesto Armonico per “Il grande viaggio insieme” di Conad. Nel 2018 ha partecipato, come unica cantante ammessa, alle audizioni del Thelonious Monk Institute diretto da Herbie Hancock. Nel 2019 nasce il progetto “Pangea” per il quale la Bubbico scrive e arrangia un programma sinfonico, presentato per la prima volta insieme all’Orchestra Oles.
Nel 2018 è stata docente di Canto Pop presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno. Attualmente è docente di Canto Pop presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce.

INFO E PRENOTAZIONE:

INFO E PRENOTAZIONE:

Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-covid

I biglietti (dai 10 ai 20 euro) sono acquistabili online su ciaotickets.com e possono essere già prenotati via email: tickets.matmc@gmail.com

Per informazioni: https://www.musicaateatro.it/

Seguici su Instagramhttps://www.instagram.com/musicaateatro/

Facebookhttps://www.facebook.com/musicaateatro

Con il contributo del Ministero della Cultura

Comune di Montelupone

Concept creativo e Comunicazione
Lirici Greci design consultancy
info@liricigreci.itwww.liricigreci.it

1 agosto “Anna Tifu e Giuseppe Andaloro” Treia – Villa Spada “La Quiete”

Treia-3 (1)

Villa Spada, il luogo del cuore di Treia, è una delle più belle ville italiane ottocentesche in stile neoclassico. Tra i suoi giardini e i suoi colonnati si perdono le note delle sinfonie dei grandi musicisti contemporanei: Anna Tifu e Giuseppe Andaloro.

ANNA TIFU

Vincitrice nel 2007 del prestigioso concorso internazionale George Enescu di Bucharest, Anna Tifu è considerata una delle migliori interpreti della sua generazione.

Nata a Cagliari, ha iniziato lo studio del violino all’età di sei anni sotto la guida del padre e a suonare in pubblico a 8 anni, vincendo il primo premio con Menzione Speciale di Merito alla Rassegna di Vittorio Veneto.
A undici anni ha debuttato come solista con l’Orchestra National des Pays de la Loire e l’anno dopo, all’età di 12 anni, debutta alla Scala di Milano con il Concerto n.1 di Max Bruch.
All’età di quattordici anni vince il 1° premio al Concorso Internazionale Viotti Valsesia e nello stesso anno vince il 1° premio al Concorso Internazionale M. Abbado di Stresa. Si diploma appena quindicenne al Conservatorio di Cagliari con il massimo dei voti e la Menzione d’Onore.
Ha studiato con Salvatore Accardo all’Accademia Walter Stauffer di Cremona e successivamente all’Accademia Chigiana di Siena dove, nel 2004, ottiene il Diploma d’Onore.
Viene ammessa, all’età di 17 anni, al Curtis Institute di Philadelphia dove ha studiato con Aaron Rosand, Shmuel Ashkenazy e Pamela Frank e successivamente si perfeziona Parigi dove ottiene il diploma superiore di Concertista.

Si è esibita con alcune tra le più prestigiose Orchestre Nazionali ed Internazionali.

Recente è il suo debutto per la casa discografica Warner Classics, in duo con il pianista Giuseppe Andaloro.

Anna Tifu

Anna Tifu

Giuseppe Andaloro è considerato uno dei più apprezzati artisti della sua generazione. Nato a Palermo nel 1982, ha iniziato giovanissimo una intensa attività concertistica, proponendo al pubblico un vasto repertorio che spazia dal Rinascimento alla musica moderna e contemporanea. La sua trascrizione della “Sagra della Primavera” di Stravinsky per due pianoforti e due violoncelli ha riscosso sincera approvazione dalla critica e grande successo di pubblico alla serata sold-out della prima esecuzione. È stato ospite di importanti festival (Salzburger Festspiele, Ruhr Klavier, Spoleto Due Mondi, Bucarest Enescu, Ravello, “Chopin” Duszniki-Zdròj, A.B. Michelangeli di Brescia e Bergamo, “Al Bustan” Beirut, “Mehli-Mehta” Mumbai) e in alcune delle più celebri sale da concerto del mondo, fra cui La Scala di Milano, Salle Gaveau di Parigi, Konzerthaus di Berlino, Gasteig di Monaco, Royal Festival Hall e Queen Elizabeth Hall di Londra, Santa Cecilia nel “Parco della Musica” di Roma, Rudolfinum Dvořák Hall a Praga, Anfiteatro Simón Bolívar a Città del Messico, Teatro Oriente a Santiago del Chile, Sumida Triphony Hall a Tokyo, Esplanade Auditorium di Singapore, City Hall Concert Hall a Hong Kong. Suona regolarmente con rinomate orchestre.

giuseppe andaloro

Giuseppe Andaloro

INFO E PRENOTAZIONE:

INFO E PRENOTAZIONE:

Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-covid

I biglietti (dai 10 ai 20 euro) sono acquistabili online su ciaotickets.com e possono essere già prenotati via email: tickets.matmc@gmail.com

Per informazioni: https://www.musicaateatro.it/

Seguici su Instagramhttps://www.instagram.com/musicaateatro/

Facebookhttps://www.facebook.com/musicaateatro

Con il contributo del Ministero della Cultura

Comune di Treia

Concept creativo e Comunicazione
Lirici Greci design consultancy
info@liricigreci.itwww.liricigreci.it

25 luglio “Tra Sacro e Profano” Montefano – Piazza Bracaccini

montefano-3 (1)

La musica di Daniele di Bonaventura incontra la danza di  Roberto Lori nella meravigliosa cornice di Piazza Bracaccini a Montefano.

coreografia Roberto Lori

musica dal vivo di Daniele Di Bonaventura

produzione Compagnia degli Istanti/Compagnia Simona Bucci

con il sostegno di MIBAC – dipartimento dello spettacolo dal vivo

e Regione Toscana

Tra sacro e profano (2)

Daniele Di Bonaventura e Roberto Lori

Il bandoneón, strumento del tango e della musica sacra allo stesso tempo, suonato dal maestro Daniele Di Bonaventura, accompagna il corpo di Roberto Lori, danzatore contemporaneo.

Un movimento tra evocazione e fisicità dove l’antico e inconfondibile suono del bandoneón incontra la danza libera dei nostri giorni.

Tra sacro e profano si mostra al pubblico come un puro dialogo tra musica e danza.

Un dialogo inedito perché improvvisato.

Movimento corporeo e suono coinvolgono lo spettatore in un abbraccio di sonorità e gesti nati unicamente dall’ascolto reciproco tra i due artisti guidati, influenzati, trascinati l’uno dalla sensibilità dell’altro.

Roberto Lori dà forma alle note impeccabili di Daniele Di Bonaventura attraverso una danza morbida, armoniosa, colma di senso e di capacità comunicativa ed evocativa.

Daniele trasporta i gesti e il corpo del danzatore in luoghi sacri, profondi, viscerali attraverso la sua inconfondibile musica.

tra sacro e profano

Daniele Di Bonaventura e Roberto Lori

INFO E PRENOTAZIONE:

Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-covid

I biglietti (dai 10 ai 20 euro) sono acquistabili online su ciaotickets.com e possono essere già prenotati via email: tickets.matmc@gmail.com

Per informazioni: https://www.musicaateatro.it/

Seguici su Instagramhttps://www.instagram.com/musicaateatro/

Facebookhttps://www.facebook.com/musicaateatro

Con il contributo del Ministero della Cultura

Comune di Montefano

Concept creativo e Comunicazione
Lirici Greci design consultancy
info@liricigreci.itwww.liricigreci.it

22 luglio “Il piccolo principe” Civitanova – Tiro a volo. Lungomare Sud

Questa magica rilettura del “Il Piccolo Principe” di Antoine de Saint Exupèry è uno spettacolo  per i bambini e per gli adulti che non si ricordano di esserlo stati questo adattamento

Il Piccolo Principe” è la storia dell’incontro in mezzo al deserto tra un aviatore e un buffo ometto vestito da principe che è arrivato sulla Terra dallo spazio.

Ma c’è molto di più di una semplice amicizia in questo libro surreale, filosofico e magico. C’è la saggezza di chi guarda le cose con occhi puri, la voce dei sentimenti che parla la lingua universale, una sincera e naturale voglia di autenticità. Perché la bellezza, quando non è filtrata dai pregiudizi, riesce ad arrivare fino fino al cuore dei bambini, ma anche a quello degli adulti che hanno perso la capacità di ascoltare davvero.

Lucia Mascino e Filippo Timi

ARTISTI

Lucia Mascino e Filippo Timi, voci recitanti

I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino

Lorenzo Fuoco, violino

Andrea Tavani, violino

Herber Dezi, viola

Viktor Jasman, violoncello

Marco Salvatori, oboe

Elaborazione drammaturgica e regia a cura di Lucia Mascino e Filippo Timi.

LOGO-MATMc-rorro

INFO E PRENOTAZIONE:

Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-covid

I biglietti (dai 10 ai 20 euro) sono acquistabili online su ciaotickets.com e possono essere già prenotati via email: tickets.matmc@gmail.com

Per informazioni: https://www.musicaateatro.it/

Seguici su Instagramhttps://www.instagram.com/musicaateatro/

Facebookhttps://www.facebook.com/musicaateatro

Con il contributo del Ministero della Cultura

Comune di Civitanova Marche

Concept creativo e Comunicazione
Lirici Greci design consultancy
info@liricigreci.itwww.liricigreci.it

18 luglio “Amore, morte e rock’n’roll” di e con Ezio Guaitamacchi Corridonia – Piazza Corridoni

 

“Se la vita di una rockstar è fuori dall’ordinario, la sua fine così come i suoi grandi amori riportano questi personaggi “stellari” al rango di esseri umani è stato bello raccontarne le ultime emozioni, le grandi gioie, i dolori più profondi così come i lati più bui e misteriosi senza mai dimenticare la loro formidabile arte, ancora oggi la miglior colonna sonora delle nostre esistenze”

EZIO GUAITAMACCHI

 

locandina matmc corridonia

Tratto dall’ultimo, omonimo libro di Ezio Guaitamacchi (Hoepli editore), “AMORE, MORTE & ROCK ‘n’ ROLL” è un suggestivo show multimediale, fatto di narrazione, suoni e visioni che racconta le ultime ore di 4 leggendarie rockstar unite da diverse e spesso poco conosciute liaison umane e artistiche. E i cui finali di vita sono stati accompagnati da momenti toccanti, picchi di creatività e, soprattutto, da grandissimi amori…

Le vicende di Leonard e Marianne, di Lou e Laurie, David e Iman o Freddie e Mary si intrecciano alle riflessioni, ai dolori, alle premonizioni di quattro icone del rock che anche nel momento finale hanno lasciato un’impronta indelebile della loro immensa classe.

Sul palco, Guaitamacchi mette in scena una sorta di “murder ballad” piena di poesia, le cui “strofe” si snodano tra momenti narrativi emozionanti, brevi tratti recitati e affascinanti visioni proiettate su grande schermo.

Il tutto imbottito da una dozzina di brani epocali, scelti ad hoc tra il repertorio dei 4 protagonisti del racconto, arrangiati in modo originalissimo ed eseguiti in chiave acustica.

Ad affiancare Ezio e i suoi strumenti a corda, ci sono la sua storica partner artistica nonché formidabile vocalist, BRUNELLA BOSCHETTI, e il talento di ANDREA MIRÓ, polistrumentista, cantante, attrice e direttore musicale dello spettacolo.

Special guest star, CRISTIANO GODANO, nella doppia veste di attore e musicista.

EZIO GUAITAMACCHI

Brunella Boschetti, Andrea Mirò, Ezio Guaitamacchi e Cristiano Godano

INFO E PRENOTAZIONE:

INFO E PRENOTAZIONE:

Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-covid

I biglietti (dai 10 ai 20 euro) sono acquistabili online su ciaotickets.com e possono essere già prenotati via email: tickets.matmc@gmail.com

Per informazioni: https://www.musicaateatro.it/

Seguici su Instagramhttps://www.instagram.com/musicaateatro/

Facebookhttps://www.facebook.com/musicaateatro

Con il contributo del Ministero della Cultura

Comune di Corridonia

Concept creativo e Comunicazione
Lirici Greci design consultancy
info@liricigreci.itwww.liricigreci.it

17 luglio “Stefano Di Battista – Morricone Stories” Civitanova -Teatro Enrico Cecchetti

Logo MAT Mc della città di Civitanova

Causa maltempo l’esibizione di Stefano Di Battista si terrà all’interno del Teatro Enrico Cecchetti sempre a Civitanova!

Stefano Di Battista celebra il Maestro Ennio Morricone nel suo nuovo album “Morricone Stories” che pone al centro le colonne sonore del grande compositore.

foto stefano di battista

Stefano Di Battista

Le colonne sonore di Ennio Morricone sono una miniera inesauribile, un tesoro di fantasie del pensiero associate a immagini di ogni genere, e sono anche oltremodo versatili, disponibili a essere trattate, ritrattate, riscoperte. Potremmo ascoltarle fatte da un coro bulgaro o da un quintetto di ocarine, sarebbero comunque godibili e perfettamente riconoscibili. Ma quando c’è di mezzo il jazz sembra davvero un matrimonio perfetto, naturale, diciamo pure inevitabile. Anche grazie a una perfetta analogia. La musica di Morricone significa esaltazione di tracce melodiche spesso fortemente emozionali, in una trama di armonie intelligenti, ed è esattamente quello che fa il jazz, e ancora di più quello che fa uno come Stefano Di Battista, che con i temi del Maestro ci gioca come se fossero materia magica, sostanza di quella speciale e misteriosa zona della musica che ci riempie quasi inspiegabilmente l’anima. E non c’è neanche per forza bisogno di attingere ai colossi dell’immaginario cinematografico. Stefano ha scelto in qualche caso temi marginali, o meglio film marginali oppure dimenticati, come Veruschka o Cosa avete fatto a Solange, tanto per scavare meglio in un repertorio ancora tutto da scoprire e ricordare che al di là delle celebrità, Morricone di film ne ha fatti più di cinquecento. Ricercatezze certo ma molto preziose, e naturalmente c’è il godimento puro di ascoltare temi che conosciamo benissimo che diventano perfetti standard jazz, come Metti una sera a cena, swingante e ironica, oppure Il buono il brutto e il cattivo che si rivela come un duello di improvvisazioni, col sax che prende la parte di quel breve spunto di note che all’origine fu ispirato dal verso del coyote, prima di sciogliersi nell’emozione purissima del Tema di Deborah di C’era una volta in America, che è una delle più belle invenzioni di Morricone, alla quale teneva moltissimo perché esprimeva molto bene il suo ideale di melodia scritta con un esiguo numero di note col massimo risultato. Per non dire della delicata rilettura di The mission, con un elegante passaggio dall’oboe originale al sax soprano, fino alla sorpresa di un inedito, un pezzo intitolato Flora, che il Maestro regalò a Di Battista. Alla fine, pare un meccanismo perfetto, che potrebbe continuare per altri dischi, come una serie, come se una parte del pensiero di Morricone fosse stata sempre, magari senza saperlo, votata al jazz.

INFO E PRENOTAZIONE:

INFO E PRENOTAZIONE:

Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-covid

I biglietti (dai 10 ai 20 euro) sono acquistabili online su ciaotickets.com e possono essere già prenotati via email: tickets.matmc@gmail.com

Per informazioni: https://www.musicaateatro.it/

Seguici su Instagramhttps://www.instagram.com/musicaateatro/

Facebookhttps://www.facebook.com/musicaateatro

Con il contributo del Ministero della Cultura

Comune di Civitanova Marche

Concept creativo e Comunicazione
Lirici Greci design consultancy
info@liricigreci.itwww.liricigreci.it